Pulito e sanificato il centro sportivo “Mario Lona”, al lavoro per una attività estiva

Tutti i campionati giovanili di calcio, così come tutti quelli di volley, sono ufficialmente finiti per questa stagione sportiva 2019/2020. Aspettando ora di capire cosa la Figc, la Federazione italiana gioco calcio, deciderà per tutti gli altri campionati, compresa quell’Eccellenza nella quale milita la prima squadra rossoblu. Ma, nonostante i cancelli chiusi al campo sportivo “Mario Lona” in località Torbisi, l’Us Lavis prosegue a lavorare. A costruire per il futuro. Da un lato si prosegue la cura e la manutenzione del centro sportivo lavisano, così da mantenerlo perfettamente efficiente, mentre dall’altra si lavora e ci si allena a distanza con giovani e giovanissime. Tutti gli ambienti del centro sportivo “Mario Lona” sono stati costantemente puliti e sanificati, attraverso l’utilizzo di personale specializzato con attrezzatura professionale.

La società rossoblù seguiranno scrupolosamente le indicazioni che arriveranno date dalle autorità, dal Governo alla Provincia autonoma di Trento e dall’amministrazione comunale di Lavis. Il lavoro svolto di pulizia e sanificazione del centro sportivo “Mario Lona” va anche nell’ottica di provare, se ovviamente la situazione sanitaria e le indicazioni delle autorità lo permetteranno, di organizzare nel corso dell’estate un’attività sportiva all’aria aperta per giovani e giovanissimi. Così, da un lato, da permettere ai più piccoli di tornare a praticare calcio e pallavolo appena sarà possibile e dall’altro lato di venire incontro alle esigenze delle famiglie del territorio.

Intanto grazie ai programmi di video comunicazione via web si riesce a compiere alcuni esercizi ed una buona parte del lavoro atletico e fisico con i calciatori della prima squadra e del settore giovanile e le pallavoliste del settore volley. Ciò permette a tutti loro di proseguire, anche in questa fase di quarantena obbligatoria, almeno con una parte del lavoro che si svolgeva settimanalmente sul campo oppure in palestra. In queste settimane di forzata inattività l’Us Lavis, sia la sezione volley sia quella calcistica, si sono impegnati per un coinvolgimento a distanza dei propri ragazzi e ragazze. Non solamente con alcuni facili esercizi da poter fare anche nelle proprie abitazioni, ma anche cimentandosi con dei contest o dei giochi sui social.

Ne sono un esempio i video dei diversi giovani calciatori impegnati ad una sfida a chi palleggia di più il pallone, con tanto di video postato in rete. Un modo non solamente per tenere vivi i rapporti con i propri compagni e compagne e con lo staff, ma anche per sfruttare al massimo le potenzialità della rete sotto ogni punto di vista. Intanto, la società presieduta dal presidente Marcello Rosa è già al lavoro per il futuro, con dedizione e volontà di non fermarsi. Con la concretezza e la dedizione al lavoro che, da sempre, l’Us Lavis vuole siano due dei pilastri della propria filosofia. Si lavora, quindi, per rafforzare sempre più la base sociale e la struttura della società, per riuscire a mettere nelle burrascose acque che ci aspettano nei prossimi mesi una nave sempre più solida ed in grado di affrontare ogni burrasca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *