Eccellenza, colpaccio esterno dell’Us Lavis: battuta la capolista Ac Trento

AC Trento SCSD – Lavis 0-2

Fantastica impresa dei ragazzi di Bandera che condannano la capolista Trento alla seconda sconfitta della stagione, espugnando con pieno merito e per due reti a zero il Briamasco. Il successo contro ogni pronostico, al di fuori di quello di capitan Nicola Coppi, consente al Lavis di issarsi al quarto posto a quota 28 punti insieme all’Arco, ad una sola distanza dalla piazza d’onore, attualmente occupata dal ASV Tramin Fußball, prossima avversaria al Mario Lona.
La vittoria in questo derby porta la firma del duo Dalla Valle – Canali, entrambi protagonisti di una grandissima gara con il primo, in particolare, autentica iradiddio sulla fascia. Tutta la squadra, comunque, ha sfoderato un’ottima prestazione, a partire dal centrocampo e dalla difesa che non ha consentito pressochè nulla al temibile tris d’assi offensivo del Trento. Ai padroni di casa, apparsi particolarmente spenti anche nei propri migliori elementi, resta ben poco su cui appellarsi per il risultato, dovendo ingoiare anche molti fischi dai propri sostenitori giunti già a fine primo tempo.
Bandera ha qualche problema di formazione perchè deve marcare visita in mezzo al campo Raffaelli, uscito malconcio domenica scorsa, a cui si sommano il giovane Sissoko infortunato con la rappresentativa e Gorla (operato da poco) la cui stagione è già finita anzitempo.
La direzione di gara è affidata ad Arianna Bazzo della sezione di Bolzano davanti ad un Briamasco non particolarmente gremito.
Parte fortissimo il Trento e dopo soli 10 secondi un lancio in profondita sulla fascia destra di Paoli innesca l’affondo di Pietribiasi che poi, da buona posizione, alza troppo il pallonetto con la sfera che sorvola di poco la traversa.
La risposta degli ospiti si concretizza al 10° quando un pasticcio difensivo gialloblù consegna la sfera sui piedi di Donati, posizionato vicino al limite, ma la conclusione non inquadra lo specchio della porta.
Sette minuti dopo bello scambio Trento sull’asse Pietribiasi-Sottovia con tocco finale per Baido, pizzicato però in fuorigioco.
La squadra di Toccoli però vive di fiammate dei singoli ed il Lavis, ben coperto e attento dietro, tenta anche di colpire in ripartenza.
Al 25° arriva il primo vero brivido per la porta di Nervo e stavolta è la difesa rossoblù a pasticciare consegnando la sfera al capocannoniere del torneo Sottovia: il destro ad incrociare del numero 9 sibila fuori dal montante.
Scampato il pericolo i ragazzi di Bandera si scrollano di dosso ogni timore e avanzano il proprio baricentro, conquistando due calci d’angolo. Proprio da una battuta dalla bandierina di sinistra del solito Loyola, al minuto 38, arriva la pronta deviazione volante di Canali alzata in angolo da un difensore.
Quattro minuti più tardi il neo-entrato Bonini effetta un retropassaggio “killer” all’indirizzo di Cazzaro che nel difficile controllo di piedi riesce comunque a sventare rimpallando il tentativo ravvicinato di Canali.
Dopo due minuti di recupero Bazzo comanda il break e dagli spalti piovono fischi all’indirizzo di Sottovia & C.
Toccoli si gioca da subito la carta Caporali togliendo Santuari. Non passa neanche un minuto che il Lavis si rende pericoloso: rimessa lunga di Giovannini che diventa un cross per la testa di Canali, bravissimo ad anticipare in uscita un incerto Cazzaro, ma meno nell’inquadrare lo specchio della porta. E’ solo il prologo ad un secondo tempo di totale black-out gialloblù con gli ospiti che prendono sempre più in mano le redini del match. Sessanta secondi dopo altra incornata di Canali, su cross di Donati, con nuova e decisiva deviazione in corner della difesa.
Al quarto minuto arriva il vantaggio, capolavoro, di Dalla Valle bravissimo ad affondare in velocità per vie centrali, bersi un paio di difensori in dribbling e quindi infilare nell’angolino il pallone. Per Nicola si tratta del nono squillo stagionale.
Per il Trento è notte fonda ed al 13° lo stesso numero 7 rossoblù si rende protagonista di una sorta di “replay” con nuova galoppata in solitaria verso la porta ma, per fortuna dei gialloblù, finisce per decentrarsi troppo, facilitando il recupero della difesa e mancando il raddoppio.
Toccoli continua nei cambi ma non riesce a cambiare l’inerzia della gara con un Lavis che mantiene il possesso palla, giganteggia a centrocampo e si fa trovare sempre in anticipo sul pallone. Il Trento appare incapace di impostare il gioco e di rifornire gli attaccanti con la difesa che traballa pericolosamente dietro.
Al 28° la contesa prende definitivamente la via degli ospiti: corner lungo dalla destra verso il secondo palo da Loyola, sponda di testa di Giovannini ed incornata vincente di bomber Canali che infila per la seconda volta la porta di Cazzaro. Settima, pesantissima, rete per l’ariete di Castione che festeggia alla Piątek davanti alla statua dell’aquila a centrocampo, sotto gli scroscianti applausi dei propri tifosi.
Per rivedere una sortita gialloblù occorre arrivare al 35° quando dalla destra Paoli fa partire un bel traversone a cercare il neo-entrato Comper ma il destro al volo del giovanissimo attaccante finisce sul fondo. In pratica non succede più altro perchè gli uomini in maglia bianca sono a corto di fiato e di idee mentre gli ospiti non concedono nulla. Si arriva dunque al minuto 94 e 30 quando la direttrice di gara Bazzo manda tutti sotto la doccia e si aprono i meritatissimi festeggiamenti rossoblù! Domenica, coronavirus permettendo, si torna al Mario Lona e arriva, come già detto, un altro difficile impegno, quello contro l’ASV Tramin Fußball anche se con un Lavis così, nulla è precluso,
I migliori: Trainotti (T), Dalla ValleCanali e Tomaselli per il Lavis.

il tabellino

AC TRENTO ASD: Cazzaro, Paoli , Badjan (41°pt Bonini), Pettarin (27°st Ferraglia), Carella (42°st Battisti), Trainotti, Santuari G. (1°st Caporali), Fortunato, Sottovia, Pietribiasi (30°st Comper), Baido. All: Toccoli
US LAVIS: Nervo, Tomaselli, Giovannini, Caldato, Gretter, Coppi, Dalla Valle, Loyola, Canali (48°st Santuari L.), Donati (39°st Savoi), Amico (45°st Mosca). All: Bandera
Arbitro: Bazzo (BZ), Salerno/Frediani
Reti: 4°st Dalla Valle (L), 28°st Canali (L).
Ammoniti: Paoli e Fortunato (T), Dalla Valle (L)
Angoli: 3-7 Lavis
Recupero: 2’+4’30

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *